Cosa è successo?

Ci sono società che quando ti ammali arriva lo stregone e chiede:

quando è stata l’ultima volta che hai danzato?
ricordi cosa ti è successo?
come mai hai smesso?

Io non ho mai conosciuto uno stregone, ma qualche saggio sì.
E ognuno di loro faceva quelle domande lì.

Quando sei adolescente la musica la “senti” forte pulsare nelle vene e poi pian piano non la senti più. Almeno per me è stato così.

Cioè, continui ad ascoltare la musica ma come se non ti riguardasse.
Dentro di te lo sai che qualcosa è successo da quell’ultima volta, da quando il ritmo batteva così forte da non riuscire a stare fermo sulla sedia e neppure in piedi.

Magari è stato un amore rifiutato,
un fallimento,
un bambino non nato,
chissà…

Quando qualcosa ci colpisce forte è facile smettere di essere felici, il dolore a volte è insostenibile e ci sembra impossibile ricominciare.

Ma anche se non ci credi, il sangue continua a scorrere anche se ti sembra di di non percepirlo più.

Il cuore continua a battere anche se non lo senti.

Finché ti muovi c’è la possibilità di ricominciare a sentire,
di innamorarsi,
magari per la prima volta di te e poi, anche,
di qualcun altro, se sei fortunato e felice.

Perché bisogna avere fortuna nella vita, ma anche correre il rischio di gettare il cuore oltre l’ostacolo per lasciare che i piedi ricomincino a sentire la musica e il tuo cuore a danzare.

Questo è il mio invito per l’incontro di Movement Medicine che si svolgerà domenica prossima a Ravenna:

Domenica 19 febbraio, Ravenna
AMORE
Workshop di Movement Medicine con Tamara Candiracci
info: 3355499463


Ì